Segretario Regionale: Adriano Benazzato

Nuovo sito web clinicalriskmanagement.itClinical Risk Management, il sito della Fondazione Pietro Paci dedicato interamente al Rischio Clinico. L'unico in Italia. Si tratta di un portale che mette a disposizione materiale informativo e di approfondimento sul risk management. Potrai trovare articoli scientifici, video, recensioni, definizioni e tanto altro. Il sito è diviso in 4 sezioni, per orientarsi meglio.
ENTRA NEL NUOVO SITO

Il Giornale di Vicenza – 7 settembre 2017

Corriere del Veneto – 7 settembre 2017
Problemi per i pazienti. Dal Ben e Bramezza: obbligatorie. Azienda zero, sindacati divisi

Sette - 7 settembre 2017
Inchiesta di Stefania Chiale sulle scuole di specializzazione in Medicina

Il Giornale di Vicenza – 5 settembre 2017
PROGETTO" INTENT". L'istituto, coordinatore un rete di tutte le Ulss sul fronte oncologico, si presenta all'Ue come un centro di ricerca applicata per 5 milioni di abitanti
Ha ottenuto finanziamento di 1,8 milioni e guida gruppo di 18 istituti di vari Paesi europei che ora metteranno a fuoco le linee per l'assistenza alla persona, con l'aiuto delle associazioni dei malati

Leggi l'articolo su Sanità24 – 5 settembre 2017

Il Giornale di Vicenza – 5 settembre 2017

Il Fatto Quotidiano – 4 settembre 2017

Leggi l'articolo su quotidianosanita.it - 4 settembre 2017
“Un futuro anche per noi!”. È questo lo slogan che Anaao Giovani e Fimmg Formazione hanno scelto per  la manifestazione nazionale che si svolgerà, a Roma, giovedì 28 settembre, davanti al Ministero dell’Università. Ma non è tutto. Oltre alla protesta, Anaao Giovani e Fimmg Formazione hanno avanzato precise richieste scritte al Ministro Valeria Fedeli e al Coordinatore della Commissione Salute, Antonio Saitta.

Il Mattino di Padova – 2 settembre 2017

Leggi l'articolo su quotidianosanita.it - 25 agosto 2017
Al livello più basso della classifica Eurostat si trova Cipro (2,6%), seguito da Lettonia (3,8%), Romania (4,2%), Grecia (4,5%), Lussemburgo (4,6%) e Polonia (4,7%). Al contrario, la Danimarca (8,6%), la Francia (8,2%), l'Austria e i Paesi Bassi (8,0%) hanno regsitrato la quota più alta di incidenza sul Pil. L’Italia è poco sotto la media al 7,1 per cento (Eurostat considera tutte le spese per la salute, non solo quelle pubbliche)

Leggi l'articolo su quotidianosanita.it - 25 agosto 2017
Per raggiungere gli 85 euro medi (senza oneri sociali) previsti dall’accordo con i sindacati di fine 2016, solo alla sanità servono almeno altri 150 milioni che con gli oneri sociali diventano circa 195-200. Tutte le ipotesi per ogni professionista.

Il Gazzettino – 29 agosto 2017
La le e regionale prevede che entro il201 fil 60% dei dottori di base si associ Ma finora solo 68 ambulatori sono aperti dalle 8 alle 20. Il nodo dei costi

Il Mattino di Padova – 28 agosto 2017
II vice presidente Confindustria sanità: «Subito un tavolo regionale, il sistema rischia il collasso»